IL RIUSO DELLE ACQUE

Una importante azione che viene svolta a livello europeo è la gestione sostenibile del ciclo delle acque basata sulla valorizzazione di acque meno nobili e limitando l’utilizzo di quelle di alta qualità esclusivamente laddove sono veramente richieste caratteristiche di ottimali.

Un intervento che viene visto come la logica attuazione di detto riuso consiste nella riqualificazione delle acque scaricate dagli impianti di depurazione delle fognature. Pur essendo trascorsi almeno una decina di anni da quando viene auspicata a grande voce , questa azione di riuso delle acque reflue, in Italia non trova che pochissime applicazioni con la valida giustificazione della abbondanza di acque di altro tipo e più adatte ad alimentare gli acquedotti e senza dubbio meno costose. Probabilmente una parte delle colpe è da attribuirsi anche alla situazione dei sistemi fognari italiani troppo frammentati e spesso di dimensioni minime . Un intervento globale che potrebbe supplire sarebbe quello di rivoluzionare l’intero sistema fognario italiano fidando su su una grande rete di tipo separativo ed atta a coordinare funzionalmente tutte le fognature unificandone la depurazione in un unico o in pochi grandi impianti di depurazione fognaria a valle dei quali sarebbe allora giustificata la ripresa per un ulteriore trattamento delle acque scaricate dagli impianti ed infine utilizzate per alimentare acquedotti potabili e quelli eventuali di acque grezze destinate ad altri usi.

In questo articolo si vorrebbe porre l’accento sulle possibilità offerte da un innovativo manufatto chiamato “Barriera mobile di foce” la cui descrizione più dettagliata è visibile cliccandovi sopra.

. Il nuovo manufatto avrebbe come scopo principale quello di realizzare alla foce dei fiumi un vero e proprio bacino di accumulo atto ad incamerare, durante i periodi di maggior portata del fiume, dei notevoli volumi d’acqua da riutilizzare per alimentare gli acquedotti ed anche ad assolvere ad altre necessità idriche ma come secondo risultato la barriera consentirebbe proprio il riuso delle acque reflue. E’ Infatti da rilevare come  tutta l’asta del fiume costituisca il ricettacolo di i tutti gli scarichi depurati o non sottoposti ad alcun trattamento e relativi a tutto il bacino imbrifero i quali, raccolti grazie al progettato invaso , consentirebbero di compiere azioni importantissime come tutti i controlli della qualità dell’acqua ed inoltre la reale riutilizzazione di tutte le acque reflue nessuna esclusa per farle rientrare in pieno nel ciclo ripetitivo di loro riuso.

Planimetria schematica di un territorio attrezzato per il riuso delle acque reflue

Nella planimetria schematica di figura sono indicati dei centri abitati ubicati lungo l’asta del fiume ed ognuno con propria rete di fognatura (segnata schematicamente in colore rosso) che scarica le acque reflue depurate nel fiume. E’ disegnato anche l’impianto di potabilizzazione di acque prelevate dal bacino di foce e, dopo trattamento di potabilizzazione, immesse tramite appropriata rete di adduzione dotata di pompe di sollevamento nelle reti cittadine dell’acquedotto (riportate in colore nero.) É visibile l’invaso di foce segnato in colore blu intenso , ottenuto dalla barriera finale di foce e riempiendo l’alveo fino al colmo degli argini come risulta dalla sezioni trasversali schematiche riportate nella figura in prossimità del fiume.

Si fa rilevare come la barriera di foce in progetto svolga anche l’importante funzione di impedire nella maniera più assoluta la risalita lungo il fiume del cuneo salino che ella realtà sta provocando danni gravi al servizio idrico italiano.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.