AUSPICANDO LA MORTE DELLA DISTRETTUALIZZAZIONE ACQUEDOTTISTICA

La distrettualizzazione degli acquedotti: grandi pregi osannati dalla letteratura tecnica, grandi difetti nella gestione reale

COMUNE DI VILLARICCA (NA) – UNA DISTRETTUALIZZAZIONE MODELLO O LA PROVA CHE NON ESISTE DISTRETTUALIZZAZIONE VALIDA?

  Rilevo dall’articolo “CONTROLLO DIFFERENZIATO DELLE PRESSIONI PER LA RIDUZIONE DELLE PERDITE IN UNA RETE IDRICA DISTRETTUALIZZATA” di Di Nardo, Di Natale, Greco e Iervolino, i dati del progetto di distrettualizzazione dell’acquedotto comunale che serve circa 30000 abitanti, su un territorio pianeggiante di circa 387 ha. La rete è strutturata in 8 maglie principali e … Continua a leggere COMUNE DI VILLARICCA (NA) – UNA DISTRETTUALIZZAZIONE MODELLO O LA PROVA CHE NON ESISTE DISTRETTUALIZZAZIONE VALIDA?

LA DISTRETTUALIZZAZIONE DEGLI ACQUEDOTTI COME DIMOSTRAZIONE DI UN FALLIMENTO

Appaiono sempre più frequentemente degli articoli di giornale e di riviste tecniche, dei filmati e altri mezzi di comunicazione che annunciano con enfasi la realizzazione di importanti modifiche nell’assetto dell’acquedotto cittadino attuati mediante la sua “distrettualizzazione”, procedura che sarà più avanti spiegata in dettaglio. Personalmente ritengo che ottenere risultati eclatanti usando un mezzo del genere … Continua a leggere LA DISTRETTUALIZZAZIONE DEGLI ACQUEDOTTI COME DIMOSTRAZIONE DI UN FALLIMENTO

L’ESERCIZIO DELLA RETE DI DISTRIBUZIONE DEGLI ACQUEDOTTI CONDOTTO IN BASE ALLA RAPPRESENTAZIONE GRAFICA DELLA PRESSIONE

Nelle due figure allegate sono riportate le curve di ugual pressione della rete magliata dell’acquedotto di Venezia relative ad una giornata degli anni passati e ricavate con modello matematico. Non si tratta di una situazione effettivamente rilevata però abbastanza corrispondente al vero in quanto fa parte di un lavoro di verifica teorica del funzionamento di … Continua a leggere L’ESERCIZIO DELLA RETE DI DISTRIBUZIONE DEGLI ACQUEDOTTI CONDOTTO IN BASE ALLA RAPPRESENTAZIONE GRAFICA DELLA PRESSIONE

UNA METODOLOGIA PRATICA DI CONTROLLO IN TEMPO REALE DEL FUNZIONAMENTO DELLE RETI ACQUEDOTTISTICHE

Una metodologia di elaborazione pratica dei dati reali di funzionamento dell'acquedotto con rappresentazioni grafiche che danno immediata visione delle eventuali anomalie di funzionamtno

IL FUNZIONAMENTO “CASUALE” DELLE RETI ACQUEDOTTISTICHE DOCUMENTATO DAL CALCOLO DINAMICO DI VERIFICA TRAMITE MODELLO MATEMATICO

Si dimostra che i serbatoi di accumulo inseriti direttamente in rete senza interposizione di organi di regolazione funzionano in modo casuale e molto spesso poco utile, alle volte dannoso

ACQUEDOTTI – LA REGOLA UNIVERSALMENTE USATA DI DIMENSIONARE LE OPERE IN FUNZIONE DELLA RICHIESTA IDRICA MASSIMA E’ VERAMENTE VALIDA?

Tra i mille difetti che infestano gli acquedotti italiani si documenta quello di dimensionare le opere soltanto in funzione delle portate di punta

GRANDI ACCUMULI DI ACQUA POTABILE NEL SOTTOSUOLO

L’accumulo di consistenti volumi d’acqua potabile rappresenta uno di mezzi fondamentali per risolvere la carenza d’acqua potabile che incomberà in maniera tragica impegnando gli anni prossimi nella ricerca della soluzione migliore per realizzare serbatoi di dimensioni notevoli. La loro costruzione nella superficie del suolo attuata con normali mezzi è in grado di offrire manufatti che … Continua a leggere GRANDI ACCUMULI DI ACQUA POTABILE NEL SOTTOSUOLO